Ti trovi in: Home Page  \ Archivio Notizie \ Dettaglio Notizia
print

Lettera Quaresima 2020

Carissimo confratello,
ci prepariamo a vivere questo momento dell’anno in cammino verso la Pasqua, tempo in cui le nostre Comunità vivono una fede più viva, legata non solo alla pietà popolare, ma anche al digiuno e all’ astinenza ed è un’occasione per educare al cammino pedagogico della carità.
In questo ultimo anno, abbiamo notato che le richieste di aiuto, in seguito al reddito di cittadinanza, sono diminuite. Nello stesso tempo, però, si scoprono sempre nuovi bisogni.
Tutto questo fa capire che è sempre necessaria un’educazione e una formazione delle Caritas parrocchiali, altrimenti considereremo la caritas un ente assistenzialistico e non quello che veramente è: “Un cammino e un incontro nella fede in Colui che è il vero amore.”
Nella povertà riscopriamo il dono della libertà di amare, così come Cristo fa con l’Umanità.
Nel vivere la caritativa si rischia di limitarsi alla simpatia o all’antipatia di chi si ha di fronte. La missionarietà ci spinge ad andare oltre l’apparenza.
Per questo, come progetto quaresimale, aderiamo a quello dell’ufficio missionario: Vedi, poi, in dettaglio, ciò che è stato suggerito ai vicari foranei e ai micro-progetti per ogni forania.
Le parrocchie dovranno contribuire al progetto dell’ufficio missionario onde evitare più raccolte ed avere maggiore sensibilità verso gli offerenti.
Se si vuole offrire un contributo extra alla Caritas diocesana, sarà utilizzato il centro di ascolto, in particolare per alcune problematiche lavorative o di alloggio che ultimamente sono in aumento a causa della perdita di lavoro. La proposta del reddito di cittadinanza, non a tutti ha dato una risposta positiva.
Vi allego il bollettino postale. Nella causale, è necessario specificare dove devolvere l’offerta della comunità o dei singoli.
E’pur vero che le offerte dei fedeli sono diminuite e che aumentano i vari mutui della parrocchie, ma sostengo che se la parrocchia è sempre più trasparente nelle entrate e nelle uscite, i fedeli avranno una visone più chiara di tutto l’operato che si svolge in parrocchia.
Continuate a pubblicizzare l’offerta dell’8x1000. Le Comunità devono sapere che il 90% degli aiuti lo si può sostenere solo con questo.

@ 27-01-2020 # Eventi
Letta 167 volte